Costo bagaglio Ryanair: ancora rincari!

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram

Continua a discapito dei passeggeri l’aumento del costo bagaglio per chi vola con Ryanair. La compagnia irlandese proprio non riesce a trattenersi dal modificare continuamente la policy del bagaglio a mano diffidando da chi vuole screditarla poiché, a detta della compagnia, tali scelte sono operate nel buon senso e nell’interesse del passeggero, a vantaggio di una vasta offerta di tariffe consone a esigenze differenti.

In realtà non è proprio così. Risale al novembre 2018 la grande svolta grazie alla quale la compagnia low cost ha deciso di introdurre una tariffa per il bagaglio a mano. Lontani i tempi in cui si viaggiava col trolley al seguito, con peso massimo di 10 kg da sistemare nella cappelliera a bordo, rigorosamente incluso nel costo del biglietto.

L’Antitrust, a seguito della nuova regola, aveva segnalato il fatto ed aveva sottolineato la scarsa trasparenza verso il consumatore che si è ritrova ad acquistare un biglietto aereo maggiorato di un costo non dovuto (se consideriamo il bagaglio come elemento essenziale del viaggio aereo). L’Antitrust, infatti, aveva prontamente multato Ryanair, con una pesante sanzione da 3 milioni di euro, ritirata in seguito dal Tribunale Amministrativo del Lazio.

Ma veniamo alle novità 2020: decidere di portare con se un bagaglio a mano che rispetti le canoniche caratteristiche, quali misure 55x40x20 cm e peso non superiore a 10 Kg, comporta l’applicazione di una tariffa che se prima oscillava tra i 6 euro e i 13,00 euro, ora, con gli ultimi rincari, può arrivare fino ai 15,40 euro. Le nuove tariffe sono applicabili ai passeggeri che al momento della prenotazione del volo acquistano la cosidetta “Priority“, meglio conosciuta come Imbarco Prioritario, che permette di portare a bordo il bagaglio a mano da 10kg in aggiunta ad un bagaglio più piccolo delle dimensioni 40x25x20 cm. L’acquisto dell’opzione “Imbarco prioritario” è consentito soltanto a circa il 50% dei posti a sedere in cabina, pertanto non tutti i passeggeri possono usufruirne. Resta invece invariato per tutti i passeggeri l’imbarco gratuito di una borsa di dimensioni ridotte da posizionare ai piedi del sedile del passeggero.

Ai reclami causati dagli oneri in più che sovraccaricano il prezzo del biglietto e che aumentano il vero profitto della compagnia aerea, la Ryanair a sua discolpa però parla di regole trasparenti e chiare per il passeggero.

Un po’ come l’antico detto: “uomo avvisato, mezzo salvato!”

E se tra tassa d’ imbarco, tassa carburante, e tassa sicurezza a far lievitare il prezzo finale del biglietto si aggiunge anche il nuovo rincaro Ryanair di +16% destinato all’imbarco del bagaglio, desta sempre più sconcerto sapere che solo 1/7 del costo finale vale la tratta aerea prenotata.

Coronavirus: allerta in tutti gli aeroporti

I più recenti

domande, dubbi, chiarimenti?