Rissa su volo Ryanair. Il motivo? Puzza di piedi

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram

Violenta rissa su un volo Ryanair partito da Glasgow, nel Regno Unito, e diretto a Tenerife in Spagna.

L’assurda vicenda è avvenuta nella mattinata di sabato 16 marzo quando una donna,  dopo essere salita a bordo dell’aereo, ha deciso di togliersi le scarpe. La “comoda” passeggera, poco dopo il decollo del velivolo si è diretta, sempre scalza, verso il bagno destinato ai passeggeri venendo notata da un uomo (apparentemente ubriaco) che ha iniziato a inveirle contro proprio per la sua sgradevole scelta di togliersi le scarpe. A questo punto a difesa della donna è intervenuto il suo fidanzato e, nel giro di poco tempo, ne è nata una rissa che ha coinvolto parecchi passeggeri, tanto da costringere il comandante a dirottare il volo presso il vicino aeroporto di Madrid, in attuazione del protocollo di emergenza.

La situazione è talmente degenerata da restarne coinvolta anche una hostess che ha cercato in ogni modo di sedare il violento litigio. Uno dei due uomini è rimasto gravemente ferito, riportando una grossa ferita al naso che gli ha coperto il volto di sangue ed ha imbrattato i sedili e gli armadietti vicini.

Questo scenario surreale si è verificato alla presenza di diversi bambini che hanno chiaramente vissuto la vicenda in totale terrore, tra le urla dei passeggeri ed i tafferugli divenuti necessari per cercare di separare i due passeggeri. Una volta atterrati all’aeroporto di Madrid, i passeggeri sono stati fermati dalla polizia e portati in caserma.

Il volo Ryanair coinvolto dalla spiacevole vicenda è giunto poi a destinazione con un forte ritardo.

Le compagnie aeree sono sempre più preoccupate poiché il verificarsi di tali accadimenti è sempre più frequente. Secondo l’Associazione Internazionale del Trasporto Aereo (IATA) solo nel 2017 gli assistenti di volo hanno denunciato 8731 liti a bordo degli aerei. La motivazione più evidente è dovuta a passeggeri in stato di ebbrezza ed al poco spazio all’interno dei velivoli che contribuisce ad accrescere un clima di tensione.

La compagnia aerea Ryanair ha già comunicato che chiederà un risarcimento ai passeggeri pari a circa 25.000 euro per coprire i danni causati all’interno dell’aeromobile e per i danni causati dal  lungo ritardo del volo che ha coinvolto anche le tratte successive.

Coronavirus: allerta in tutti gli aeroporti

I più recenti

domande, dubbi, chiarimenti?