Ryanair: nuove modifiche alla policy del bagaglio a mano

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram

La compagnia aerea Ryanair continua a revisionare la policy del bagaglio a mano: sempre più caos tra i passeggeri costretti a pagare un servizio che dovrebbe essere imprescindibile.

Già lo scorso novembre 2018 Ryanair (situazione più o meno analoga per Wizz Air) aveva modificato il servizio gratuito che prevedeva il trasporto del bagaglio a mano e aveva sostenuto che il nuovo regolamento era stato adottato anche per evitare o quantomeno ridurre i ritardi dei voli. Due erano le allora nuove opzioni:

  • acquisto dell’imbarco prioritario (6 € alla prenotazione, 8e dopo) per portare in cabina il bagaglio;
  • imbarco del bagaglio in stiva (pagando 8 € alla prenotazione, 10 € dopo).

L’Antitrust aveva correttamente rilevato come le nuove policy tariffarie sui bagagli a mano non garantissero trasparenza agli utenti sul fronte della comparazione dei prezzi dei biglietti e, considerato che il trasporto dei bagagli a mano è elemento essenziale del servizio di trasporto aereo, aveva elevato una sanzione che riconosceva i diritti lesi dei consumatori (ne avevamo parlato in un articolo).

Ma la compagnia aerea irlandese sembra non voler smettere di speculare sulla questione e cambia ancora le regole tariffarie.

Dallo scorso primo maggio il passeggero può portare a bordo con sé solo una borsa (40 cm x 20 cm x 25 cm) che deve essere posizionata sotto il sedile di fronte. Il solito bagaglio da 10 kg (55 cm x 40 cm x 20) non è più compreso nella tariffa standard.

Due sono le opzioni per aggiungere al servizio il tanto discusso bagaglio a mano:

  • acquisto della priorità: ad un costo che varia da 6 a 12 €. I passeggeri con Priorità possono portare a bordo il bagaglio a mano da 10kg che verrà collocato nelle apposite cappelliere in cabina. È possibile acquistare la priorità al momento della prenotazione o al momento del check-in fino a 2 ore prima della partenza sul web oppure utilizzando l’app Ryanair fino a 30 minuti prima della partenza del volo;
  • registrazione del bagaglio a mano: ad un costo che varia da 10 a 12 € e che arriva fino a 25 € se il servizio è acquistato in aeroporto. In questo caso il bagaglio da 10 kg viene caricato in stiva. I passeggeri possono registrare il bagaglio al momento della prenotazione o successivamente in qualsiasi momento fino a 40 minuti prima della partenza del volo tramite l’app. Questa opzione può essere acquistata anche in aeroporto. In questo caso il costo è maggiore: se acquistata al banco deposito bagagli costa 20 €, se acquistata al gate di imbarco, il costo è di 25 €.

La nuova politica non va nella direzione di tutelare gli interessi degli utenti e inevitabilmente alimenta l’ira dei passeggeri creando non poca confusione.

Il bagaglio a mano è considerato persino dalla normativa europea un elemento essenziale del trasporto aereo e l’imbarco dovrebbe prescindere da qualsiasi costo aggiuntivo. I supplementi, che dovrebbero essere compresi nel costo del servizio e che ne causano un aumento del prezzo, sanciscono una politica non trasparente in quanto sottraggono dalla tariffa un servizio che sta alla base della prestazione totale del volo.


La Rimborso Volo Italia è una società di disbrigo pratiche specializzata nella tutela dei diritti dei passeggeri vittime di ritardo o cancellazione di un volo aereo (servizio interamente gratuito). Abbiamo ottenuto risarcimenti fino a 5.000,00 per una singola cancellazione!

Coronavirus: allerta in tutti gli aeroporti

I più recenti

domande, dubbi, chiarimenti?