Stangata da 3 milioni di euro per Ryanair

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram

L’Antitrust ha ritenuto “pratica commerciale scorretta” la modifica del regolamento interno relativa al trasporto dei bagagli.

L’antitrust ha comminato una sanzione pari a 3 milioni di euro alla Ryanair, regina europea delle compagnie aeree low-cost, ritenendo che la nuova policy relativa al trasporto del bagaglio a mano trae in inganno il consumatore sull’effettivo prezzo del biglietto.

Stessa sorte anche per la compagnia aerea Wizzair che per gli stessi motivi, ma tenuto conto di avere un bacino di passeggeri di gran lunga inferiore rispetto alla compagnia Irlandese, ha ricevuto una sanzione pari ad 1 milione di euro.

Il nuovo regolamento che entrambe le compagnie aeree ha provato ad adottare è risultato davvero penalizzante per i passeggeri, soprattutto se paragonato a colossi del settore come Lufthansa, Air Italy, Turkish Airlines, giusto per citarne alcune. Infatti, proprio l’autorità antitrust ha dichiarato che “da un esame comparativo emerge che le altre compagnie consentono di trasportare un bagaglio molto più grande della piccola borsa concessa da Ryanair”.

In una nota, anche abbastanza bizzarra, Ryanair sostiene che la nuova policy va a vantaggio dei consumatori perché evita di incorrere nei ritardi dei voli.

Sempre secondo Ryanair l’antitrust non ha il potere di decidere su questioni che riguardano la sicurezza dei passeggeri o la puntualità dei voli e per tale motivo intende proporre ricorso verso tale provvedimento.

Coronavirus: allerta in tutti gli aeroporti

I più recenti

domande, dubbi, chiarimenti?